SUD SUDAN

Chiacchiere intorno all’orto, insieme alle mamme del Gruppo “Mother-to-Mother Support Groups”

25 Febbraio 2020

Vicino all’ospedale di Tonj South, in Sud Sudan, le mamme del gruppo di sostegno “Mother to Mother Support Groups” hanno avviato la coltivazione di un nuovo orto comunitario che sta diventando una “pratica di esempio” per tutta la comunità.

 

Il CCM ha creato 10 “Mother-to-Mother Support Groups” e formato 150 volontari che hanno ricevuto semi e secchi per l’acqua per coltivare gli orti comunitari, oltre a poster e materiale di sensibilizzazione.

L’orto dell’ospedale di Tonj ha un importante ruolo dimostrativo: le mamme dei bambini ricoverati per malnutrizione lo vedono e parlano con le mamme del Gruppo di sostegno. Capiscono così che coltivare un orto è possibile, che possono farlo anche loro a casa e ricevono consigli su quali verdure coltivare per contrastare la malnutrizione. Nell’orto di Tonj oggi ci sono pomodori e molti vegetali locali come l’okra, il sukuma wiki, il rijila. La varietĂ  di verdure coltivate può essere utilizzata dalle mamme per migliorare o integrare l’alimentazione dei loro bambini.

Barnabas Bol Keer, nutrizionista dell’ospedale, qualche giorno fa è andato all’orto a trovare le mamme del Gruppo di sostegno.

Abbiamo raccolto 3 preziose testimonianze, qui di seguito presentate >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Che cosa sono i Mother-to-Mother Support Groups?

Sono gruppi di sostegno formati da mamme che lavorano per identificare e monitorare i bambini malnutriti e per rafforzare le attività comunitarie di nutrizione. Le mamme dei Support Groups si incontrano con altre mamme per coltivare piccoli orti comunitari e per dare consigli sull’alimentazione durante la gravidanza, sull’allattamento al seno e sullo svezzamento. Durante questi incontri, se si sospetta che una mamma incinta o un bambino possa essere malnutrito lo si indirizza al centro sanitario più vicino per ricevere una diagnosi precisa ed essere curato. Al ritorno a casa i bimbi malnutriti continuano a essere seguiti dalle mamme dei Support Groups per assicurarsi che assumano regolarmente la propria dose di cibo terapeutico e che vadano nei centri per le visite di controllo. I Mother-to-Mother Support Groups sono affiancati in questo lavoro anche dai volontari comunitari per la nutrizione.

Lavoriamo sul secondo obiettivo di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030

Attraverso il coinvolgimento attivo dei “Mother-to-Mother Support Groups” abbiamo rafforzato le attivitĂ  comunitarie di nutrizione per garantire un continuo supporto a mamme e bambini durante le difficili settimane della malnutrizione. Lavoriamo quindi sul secondo dei 17 Global Goals per lo Sviluppo Sostenibile: porre fine alla fame, realizzare la sicurezza alimentare e una migliore nutrizione e promuovere l’agricoltura sostenibile.

Nyariak, una delle donne del gruppo, mentre raccoglie pomodori racconta a Barnabas: “Alcune di queste piante non le conoscevo e non sapevo come coltivarle. Adesso riesco a farne crescere una buona quantità, così posso usarle per nutrire la mia famiglia. Ogni tanto ne porto un po’ al mercato, le vendo e uso il denaro ricavato per comprare un po’ di carne o pesce per variare la dieta dei bambini”.

Testimonianza di Nyariak

Ayen, che sta zappando, la sente e interviene: “Prima aspettavo con impazienza la stagione delle piogge per godermi di nuovo il sapore buono delle verdure, ma ora sono in grado di irrigare l’orto anche nella stagione secca e avere pasti saporiti tutto l’anno”.

Testimonianza di Ayen

Teresa fa anche lei parte del Gruppo: “Io vengo qui ad aiutare nell’orto comunitario, ma ho anche un piccolo orto accanto alla mia casa, che è davvero utile per la mia famiglia. Da diversi mesi mangiamo i prodotti dell’orto e la salute dei miei bambini è molto migliorata. Anche io sono piĂą contenta, perchĂ© posso produrre da sola una parte delle cose che mangiamo e non dipendo piĂą interamente dal mercato per nutrire la mia famiglia. Molte mamme mi hanno preso come esempio, e hanno creato degli orti comunitari nelle loro case”.

Testimonianza di Teresa

Commenti all’articolo

0 commenti

Invia un commento

Il Comitato Collaborazione Medica è un’associazione che da 50 anni coinvolge medici, personale sanitario e comunità, in Africa e in Italia, per promuovere e assicurare il diritto alla salute, a tutti.

Sorrisi di madri africane è la campagna del Comitato Collaborazione Medica.

Indirizzo

Via Ciriè 32/E - 10152 Torino

Telefono

011 66 02 793 - 351 911 88 04