Lasciti: come si fa

Scrivere un testamento è semplice. Basta esprimere in modo chiaro la propria volontà e rispettare alcune semplici indicazioni date dalla legge. Ad esempio, il diritto tutela le famiglie, perché obbliga un individuo a lasciare al coniuge, ai figli o, in loro assenza, ai genitori una parte del patrimonio. Fare testamento a favore del CCM, quindi, non significa escludere i propri familiari dall’eredità.

Esistono tre tipi di testamento:

=

Testamento olografo

Lo scrivi tu direttamente. Devi soltanto ricordarti di scriverlo a mano e di mettere la data e la firma in fondo. Puoi conservarlo tu stesso in un luogo sicuro o affidarlo a una persona di fiducia o a un notaio.

=

Testamento pubblico

Lo scrive il notaio secondo le tue indicazioni e poi lo legge in presenza tua e di due testimoni. Viene conservato dal notaio stesso.

=

Testamento segreto

È un tipo di testamento ormai in disuso. Puoi scriverlo tu stesso a mano o al computer, datarlo, firmarlo e consegnarlo a un notaio in una busta chiusa in presenza di due testimoni. Il notaio si limita a conservare l’atto, senza conoscerne il contenuto.

Cosa puoi lasciare al CCM:

Non è necessario avere un ingente patrimonio per fare testamento a favore del CCM. Anche un piccolo lascito è importantissimo per sostenere i nostri progetti.

Il tuo lascito a favore del CCM può comprendere: una somma di denaro di qualunque entità; fondi di investimento, titoli, azioni, buoni postali; beni immobili (appartamenti, terreni, fabbricati,…); beni mobili (gioielli, arredi, opere d’arte,…).

Il tuo TFR: se sei un lavoratore dipendente, non sei sposato e non hai figli o parenti entro il terzo grado puoi scegliere, nel testamento, di disporre della tua indennità di preavviso e di fine rapporto a favore di persone, enti, associazioni e fondazioni.

Indipendentemente dal tipo di testamento scelto, il CCM può:

essere destinatario di un legato, cioè di uno o più singoli beni.
Per farlo si può scrivere, ad esempio: “Lascio alla ONLUS CCM – Comitato Collaborazione Medica, con sede in Torino, via Cirié 32/E la somma di euro …/ l’immobile sito in …/ il bene …”

essere nominato erede, cioè succedere nella totalità o in una quota di tutti i tuoi beni.
Per farlo si può scrivere, ad esempio: “Annullo ogni mia precedente disposizione testamentaria e nomino mio erede universale (o per una quota di euro …) la ONLUS CCM – Comitato Collaborazione Medica, con sede in Torino, via Cirié 32/E”.

La scelta della polizza vita:

Puoi sostenere i progetti del CCM anche attraverso una polizza vita. La polizza non fa parte del patrimonio ereditario, quindi la persona assicurata può sceglierne il beneficiario senza vincoli. Puoi scegliere il CCM come destinatario semplicemente comunicandolo all’agenzia assicurativa, che riporterà la tua volontà sulla polizza, e informando il CCM con un’e-mail o una telefonata.

Per qualsiasi informazione in merito ai lasciti a favore del CCM, saremo molto felici di ricevere una tua telefonata o un’e-mail.

Contatta Silvia Pescivolo: sostenitori@ccm-italia.org – 011 6602793

 

Il Comitato Collaborazione Medica è un’associazione che da quasi 50 anni coinvolge medici, personale sanitario e comunità, in Africa e in Italia, per promuovere e assicurare il diritto alla salute, a tutti.

Sorrisi di madri africane è la campagna del Comitato Collaborazione Medica.

Indirizzo

Via Ciriè 32/E – 10152 Torino

Telefono

011 66 02 793