La storia siamo noi

TdO_testata.png

Il Comitato Collaborazione Medica - CCM, in collaborazione con l'ASL TO1 e grazie al sostegno della Fondazione CRT, organizza a Torino il laboratorio di Teatro dell'Oppresso* La storia siamo noi.

L'iniziativa, in programma da febbraio ad aprile, è organizzata nell'ambito del progetto Iniziative congiunte a favore della salute materno-infantile e degli adolescenti.
Un percorso di sei incontri, rivolto ai ragazzi tra i 14 e i 18 anni, per promuovere il pensiero critico e il dialogo, a partire dai piccoli e grandi conflitti che attraversano la vita quotidiana di ognuno.
Uno spazio per utilizzare il linguaggio del teatro come mezzo per indagare e trasformare la realtà.
Un gruppo di non-attori che mettono in scena questioni vere e urgenti per cercare soluzioni da applicare nella vita. 

Il laboratorio è condotto da Barbara Mamone e si tiene a Torino negli spazi Lombroso 16, in via Cesare Lombroso 16.
Il percorso coinvolge anche i ragazzi dell’Associazione Culturale Filippina del Piemonte, del progetto CivicoZero e gli adolescenti che frequentano i servizi dell'ASL TO1. 

Il *Teatro dell'Oppresso è un metodo teatrale creato dal regista brasiliano Augusto Boal negli anni Sessanta. Nato nel contesto delle lotte sociali sudamericane, è oggi utilizzato in campo pedagogico, sociale, culturale, politico e terapeutico, per il grande potenziale delle sue tecniche. Gli obiettivi principali sono riflettere sulle relazioni di potere, attraverso l'esplorazione collettiva delle storie e delle dinamiche d'oppressione interpersonali e sociali, e la sperimentazione delle strategie per superarle.