I sentieri della salute

 _sentieri.jpg

Corpo, emozioni e sessualità
Percorsi di crescita in ambito multiculturale per adolescenti, genitori e insegnanti

Il progetto vuole rafforzare il protagonismo sociale di giovani, adolescenti e donne in contesti multiculturali e di trasformazione socio-economica. Realizzato in partenariato con l’ASL To1 e grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, I sentieri della salute prevedono attività di informazione, formazione e confronto su temi legati alla salute, in particolare sulla salute materno infantile e riproduttiva.

Gli obiettivi specifici del progetto sono:
- tutelare la salute e favorire la consapevolezza di donne e di madri migranti;
- favorire la riflessione e il confronto dei figli di seconda generazione sulla relazione con i propri genitori;
- promuovere percorsi di educazione all’affettività con attenzione agli aspetti multiculturali;
- offrire ai giovani uno spazio di confronto sull'affettività in una fase di cambiamento come l’adolescenza.

Attività 1
9 incontri con mediatrici culturali per un percorso di educazione alla salute psico-fisica femminile e alla genitorialità in ambito multiculturale. Alle partecipanti è inoltre offerta una consulenza individuale volta a migliorare il benessere psico-fisico a partire da un’ attenta analisi dei bisogni e attraverso un orientamento ai servizi presenti sul territorio.

Attività 2
Percorso di 8 incontri sul tema del rapporto tra figli di seconda generazione e/o ricongiunti e i propri genitori. Ciascun incontro, della durata di 3 ore, è concepito come un momento di condivisione e confronto su temi concordati e suggeriti dagli stessi partecipanti.

Attività 3
Percorso di 3 incontri in 12 classi di istituti secondari di primo grado della città di Torino. Gli incontri sono tenuti da un medico, un’infermiera e da due operatrici esperte in Educazione alla Cittadinanza Mondiale. Tra i temi affrontati, l’identità di genere, i determinanti culturali dei ruoli sessuali, la discriminazione di genere, la conoscenza e la fisiologia degli organi genitali. In ogni scuola coinvolta sono previsti 3 incontri per gli insegnanti e un laboratorio con i genitori. I docenti potranno acquisire nuovi strumenti utili a considerare l’adolescenza da una prospettiva multiculturale, con un focus su sessualità e parità di genere. Ai genitori si restituirà quanto emerso nel percorso di educazione alla sessualità nelle classi.

I venerdì al consultorio
Percorso di 10 incontri organizzato a Torino presso il Consultorio Familiare di via Avigliana 13 e di via Silvio Pellico 28. Si intende creare uno spazio di dialogo e confronto tra ragazze straniere e non sui temi dell’adolescenza, della crescita e della sessualità.