La storia di Hawai Abdi Jillo, madre sieropositiva.

Grazie ad Assicura la cura! posso permettermi assistenza e i ricoveri in ospedale.

Hawai Abdi Jillo è una dei beneficiari di Assicura la cura!, progetto del CCM in Kenya. E' una donna, avanti con l'età, madre. Tre dei suoi figli sono ancora minorenni. Ha anche tre nipoti ai quali badare. La copertura medico assicurativa garantita da Assicura la cura! è essenziale, perché permette visite e controlli ai figli, ma anche perché fa sì che Hawai possa godere delle cure costanti che le consentono di continuare a vivere. Hawai infatti è sieropositiva dal 2004 e sta seguendo il programma di sostegno con CIPAD, ong kenyota partner di progetto del CCM.

Il progetto Assicura la cura! per Hawai è importantissimo ed è arrivato proprio nel momento del maggiore bisogno, quando lei deve combattere le sempre più frequenti infezioni.

Recentemente la donna ha avuto un'altra ricaduta: respirava con grande fatica. Un'ambulanza andò a prenderla a casa e la portò d'urgenza in ospedale dove venne immediatamente ricoverata. Si trattava di polmonite, accompagnata da attacchi di asma che peggioravano ancora di più le sue capacità respiratorie.
Hawai fu sottoposta a tutte le analisi, compresi i raggi al torace. Rimase in ospedale una settimana, durante la quale fu curata con farmaci e adeguatamente nutrita. "Ho apprezzato tanto l'assistenza e la cura che ho ricevuto in ospedale. Tutti, sia i medici che gli infermieri, sono stati gentili, premurosi e mi hanno curata con attenzione", racconta Hawai.
"Al momento delle dimissioni dall'ospedale è stato sufficiente dire che godo della copertura di Assicura la cura! del CCM: sono stata dimessa senza dover pagare le analisi, i pasti e i pernottamenti. Ero felice. Sono tornata a casa dai miei figli con gioia e guarita."
Senza il sostegno del CCM e di CIPAD, e del programma Assicura la cura!, Hawai non avrebbe potuto curarsi. "Il piccolo contributo mensile che il progetto destina all'assicurazione mi permette di non dover affrontare le grandi spese mediche che dovrei invece pagare ogni volta che purtroppo mi ammalo."

intervista svolta da Gufu Guyo, presidente della Ong kenyota CIPAD, partner del CCM.