La salute, un diritto per tutti

LotteriaCCM.jpg

In occasione della Giornata internazionale dei Diritti dell'Uomo, il CCM – Comitato Collaborazione Medica, ong di cooperazione internazionale sanitaria, porta l'attenzione su uno dei diritti più centrali di un essere umano: il diritto alla salute.
L'O.M.S. definisce la salute come "uno stato di benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza di malattia o infermità, è un diritto umano fondamentale". Il diritto alla salute è quindi il "diritto alle migliori condizioni di salute fisica e mentale raggiungibili. E' un diritto fondamentale, indispensabile per il concretizzarsi di altri diritti umani e necessario per vivere una vita dignitosa."


Dice Marilena Bertini "A 65 anni dalla sottoscrizione della Dichiarazione Universale dei Diritti umani, la prima a contenere all'articolo 25 un netto riferimento alla salute come diritto inalienabile, tale diritto è ancora molto spesso negato. In particolare fra i più deboli, nelle zone più remote del mondo ma anche in Italia quando si pensa a immigrati e a fasce particolarmente vulnerabili della popolazione. Per questo il CCM da 45 anni agisce, perché la salute sia un diritto di tutti.
Garantire il diritto alla salute, in particolare ai più deboli e nelle zone più remote, significa individuare le priorità e agire con precisione. Per il CCM ci sono 5 ambiti d'azione, urgenti nelle missioni di cooperazione internazionale, nei percorsi di sostegno ai migranti, nelle attività di educazione e di formazione: fornire servizi sanitari accessibili per migliorare la salute materna e infantile, per prevenire e curare le grandi pandemie come la malaria, la TBC e l'HIV, per garantire servizi di chirurgia e di medicina d'urgenza anche nelle aree più remote dei paesi dove lavoriamo ed alle fasce vulnerabili di popolazione oltre che rendere accessibile l'acqua pulita e servizi igienici igiene presupposti indispensabili per il miglioramento della salute".

Leggi il comunicato stampa