Agli Open Days dell'Innovazione di Torino

bale_trim.png.jpg

Quali sono le buone pratiche, le sfide e gli ingredienti di successo di un progetto in cui la tecnologia è applicata al tema salute?

Il 6 marzo anche il CCM era agli Open Days dell'Innovazione di Torino e, insieme a Trim - Translate into Meaning, ha presentato il progetto “Emergenza ostetrica: sistema di riferimento”.

La collaborazione si è sviluppata nell'ambito del progetto"Potenziamento della rete e miglioramento della qualità dei servizi di salute riproduttiva" e si è focalizzata sulla sistematizzazione e visualizzazione del sistema di riferimento per le emergenze ostetriche nella zona del Bale, in Etiopia.

Scienza, Tecnologia e Decision Making, sono questi i fattori chiave che favoriscono l’interdisciplinarietà dei progetti curati da Trim. Una metodologia innovativa per conoscere, monitorare e poter prendere decisioni basate sull’evidenza, trasformando i dati in azioni. Aspetto chiave anche per il CCM, che vede nella capacità di agire in maniera tempestiva molte vite salvate.

La salute materna in Etiopia è ancora molto precaria per l’inefficienza del sistema di riferimento delle emergenze ostetriche e per il limitato accesso ai servizi sanitari da parte delle donne: a livello nazionale si stima che il 62% delle donne acceda alle visite prenatali, mentre solo il 26% di queste partorisca in una struttura sanitaria. Migliorare l’accesso alle strutture sanitarie da parte delle donne con complicanze ostetriche, favorire la disponibilità e la tempestività del trasporto anche nelle zone più remote dell’area di intervento, sono stati gli obiettivi della collaborazione fra CCM e Trim.

Il processo attuato ha previsto il coinvolgimento della comunità, degli operatori sanitari, dello staff di supporto e delle autorità locali e ha avuto come focus il distretto di Harena Buluq.
Attraverso l’utilizzo di tecnologie open source, sono stati raccolti gli elementi essenziali del sistema di riferimento, con attenzione alla visualizzazione dell’accessibilità delle strutture sanitarie e del numero di pazienti riferiti nelle diverse strutture. Una delle componenti innovative del processo è stata la visualizzazione immediata in mappa dei dati raccolti, che ha permesso a tutti gli attori coinvolti (anche i meno esperti) di apprezzare i vantaggi della strategia innovativa e di utilizzare la tecnologia in modo consapevole.

Il sistema ha guidato la presa di decisione e l’identificazione di soluzioni alternative di percorso o di gestione del sistema di riferimento a livello locale, integrando conoscenza locale e informazioni scientifiche e favorendo la partecipazione della comunità attraverso un processo bottom up.

Per saperne di più, scarica l'approfondimento presentato agli Open Days dell'Innovazione.