Summit sulle migrazioni: i punti critici del cammino dell'Italia e dell'Europa

Position Paper della rete di Ong “LINK 2007”

Le Ong della rete LINK 2007 hanno diffuso un articolato documento nel quale, partendo dal Vertice di Parigi del 28 agosto, sono analizzati i recenti orientamenti politici sull’immigrazione e le reazioni da essi sollevati, sui quali viene espresso il posizionamento delle rete.

Il tentativo è quello di evidenziare un duplice sguardo: da un lato le responsabilità politiche delle istituzioni italiane ed europee e dall'altro i diritti umani, i principi di umanità e solidarietà. “Non dovrebbero contrapporsi, dato che il vertice di Parigi e le dichiarazioni politiche che ne sono seguite affermano di ispirarsi ad essi, ma c’è una cinica e rischiosa scelta dei ‘due tempi’ che crea non pochi problemi”, afferma Paolo Dieci, presidente di LINK 2007.

Nella prima parte del documento, LINK 2007 cerca di rispondere alla domanda “qual è la novità e quale il significato del vertice di Parigi?” dato che in molte parti sembra riproporre le stesse decisioni del più ampio vertice euro-africano di La Valletta nel 2015.

“Le scelte italiane (nel tentativo di comprenderne le ragioni)” è il titolo della seconda parte che viene sviluppata anch’essa con i due sguardi.

Nella terza parte LINK 2007 si sofferma sulla “necessità di definire un’ambiziosa politica africana” esaminandone la complessità: un ‘piano Marshall’ per l’Africa? a quali condizioni?