LogoSMAconPayoff.jpg

Attività e risultati del 2016. Strategia e obiettivi per il 2020.

Dal 2011 con Sorrisi di madri africane ci concentriamo sulla salute materna e infantile. Il 2015 è stato l’anno di un primo bilancio: 127.181 donne assistite durante la gravidanza e il parto, 610.758 bambini curati e vaccinati, 1.902 operatori sanitari formati. Considerati questi risultati importanti e  in linea con gli impegni fissati dalla comunità internazionale, abbiamo rilanciato il nostro impegno in una seconda fase della campagna con nuovi e ancora più sfidanti obiettivi al 2020: formare 2.700 operatori sanitari, assistere 170.000 donne durante la gravidanza e al momento del parto, garantire cure e vaccinazioni a 780.000 bambini.  

Nel 2016:

             1.044 OPERATORI SANITARI FORMATI

             36.392 DONNE ASSISTITE DURANTE LA GRAVIDANZA E IL PARTO

             210.098 BAMBINI CURATI E VACCINATI


GLI OPERATORI SANITARI FORMATI

Mettere gli operatori sanitari al centro del cambiamento, rafforzandone competenze e capacità, per far sì che rispondano prontamente e in maniera adeguata ai bisogni della popolazione e ad eventuali  emergenze sanitarie. Questo l’approccio del CCM in generale e anche di Sorrisi di madri africane. Puntando al capacity building dello staff sanitario locale - attraverso percorsi di formazione, tradizionali e on the job, e l’assistenza tecnica nell’avvio e nel potenziamento dei sistemi sanitari e dei servizi offerti alla popolazione - si favorisce un miglioramento concreto, sostenibile e duraturo delle condizioni di salute della popolazione, in particolare delle mamme e dei bambini.

Nel 2016 sono stati formati 1.044 operatori sanitari delle strutture sanitarie, di comunità e delle autorità sanitarie locali.

Gli operatori delle strutture sanitarie, infermieri, ostetriche e medici, hanno ricevuto formazione e supporto tecnico per migliorare le competenze in ambito clinico per la cura e l'assistenza alle donne durante la gravidanza e il parto e ai bambini, con particolare attenzione alla gestione integrata delle malattie neonatali e dell’infanzia e al trattamento della malnutrizione acuta.

Per gli operatori sanitari che, concluso il percorso educativo, non sono stati ancora assorbiti dal sistema, nel 2016 il CCM ha sperimentato una nuova formula. Dieci ostetriche neo-diplomate hanno partecipato a un tirocinio teorico-pratico di tre mesi presso l’ospedale di Garowe, Stato del Puntland in Somalia. Le ostetriche sono state inserite nella maternità dell’ospedale, dove hanno assistito e partecipato alle attività giornaliere del reparto sotto la supervisione del medico responsabile e della capo sala. Il tirocinio ha permesso loro di mettere in pratica quanto appreso nel corso del diploma e di esercitarsi nelle procedure ospedaliere prima di una vera assunzione.

Gli agenti di comunità, impegnati nella promozione della salute presso i villaggi di appartenenza, sono attori essenziali. Nel 2016 ne sono stati formati 400. Due corsi di formazione, caratterizzati da un approccio partecipativo e operativo, hanno fornito loro una conoscenza di base sulla salute di mamma e bambino e li hanno indirizzati al corretto svolgimento della visita domiciliare.

Le autorità locali, direttori e dirigenti delle strutture sanitarie, sono l’altra categoria coinvolta in corsi di formazione, in particolare sulla raccolta e analisi dati e la gestione dei servizi sanitari. Le autorità sanitarie sono l’elemento essenziale del sistema, poiché responsabili dell’organizzazione dei servizi sul territorio. 


LE MAMME ASSISTITE IN GRAVIDANZA E AL PARTO 

La campagna Sorrisi di madri africane vuole garantire assistenza qualificata durante gravidanza e parto al più alto numero possibile di donne, con l’obiettivo di ridurre il rischio di morte, malattia e disabilità. 

Nel 2016, in  Etiopia  il 28% delle donne ha goduto di assistenza qualificata al momento del parto, copertura che nel 2011 era di solo il 10%.  Nelle contee del Sud Sudan dove il CCM lavora, la percentuale di donne che partorisce nelle strutture sanitarie assistita da personale qualificato è raddoppiata negli ultimi tre anni, passando dal 4% nel 2014 all’8% nel 2016. 

Alla base di questi progressi c’è certamente il rafforzamento dei servizi, tramite la formazione di personale qualificato, la fornitura di attrezzature e medicinali e la continua assistenza tecnica per garantire l’accoglienza e l’assistenza al parto in un ambiente sicuro e protetto. Anche l’informazione e la sensibilizzazione di donne, uomini e comunità gioca un ruolo fondamentale, stimolando impegno e partecipazione attiva nella salvaguardia della propria salute.


I BAMBINI CURATI E VACCINATI

La salute infantile ha un ruolo centrale nelle attività di Sorrisi di madri africane: assicurare interventi di prevenzione e cura di base (vaccinazioni, distribuzione di zanzariere, uso dei sali di reidratazione orale per il trattamento della diarrea) e gestire in maniera corretta e integrata le malattie neonatali e dell’infanzia, compreso il trattamento della malnutrizione severa. La sfida attuale per il CCM è  continuare a garantire servizi curativi e preventivi al più alto numero possibile di bambini e  garantire sempre un approccio integrato per il benessere complessivo del bambino. 

Nel 2016, il progetto Kira Mama Plus! ha permesso di garantire un supporto tecnico continuo ai servizi neonatali del distretto di Cibitoke, in Burundi, tramite la costruzione di un reparto di neonatologia presso l’ospedale e il rafforzamento dell’accoglienza del neonato sano e delle prime cure del neonato malato presso i centri di salute sul territorio. Per garantire la continuità di cura tra struttura sanitaria e comunità, il progetto ha avviato un servizio domiciliare che prevede la realizzazione di tre visite di mamma e bambino entro i primi sette giorni di vita. Gli agenti comunitari coinvolti nelle visite a domicilio identificano i segni di pericolo e riferiscono mamma e bambino presso la più vicina struttura sanitaria, per una corretta gestione delle possibili patologie. In media, circa 700 neonati vengono visitati a domicilio ogni mese, per una copertura di circa il 75% dei parti nell’intero distretto di Cibitoke. 

In Sud Sudan, in linea con le raccomandazioni ministeriali, il CCM supporta 27 centri per il trattamento ambulatoriale delle condizioni severe, ma non complicate, della malnutrizione acuta e 6 centri per il ricovero e la stabilizzazione dei casi con complicazioni mediche. 


Scarica il Report Sorrisi di Madri Africane con tutti i dettagli delle attività svolte nel 2016