Fasce Vulnerabili

4-fasce-vulnerabili-Pietro-Ferrero.jpg

Il CCM interviene nei Paesi a Basso Reddito e in Italia per garantire alla popolazione pieno accesso al diritto alla salute. L'azione del CCM pone particolare attenzione alle fasce più vulnerabili, intervenendo con azioni a supporto di migranti, rifugiati, profughi, disabili e vittime di violenza. Dal punto di vista sanitario, i dati epidemiologici evidenziano una particolare fragilità per queste fasce di popolazione, nonché una maggior difficoltà nel pianificare l'accesso alle cure.
Altro aspetto al centro delle attività del CCM è il sostegno alle persone affette da forme di disabilità, spesso causa esclusione e discriminazione socio-economica in particolare nei paesi a basso reddito. Le donne disabili subiscono una discriminazione maggiore e spesso sono vittime di abusi sessuali e violenza. Anche i bambini disabili vivono situazioni di particolare difficoltà, in quanto sono spesso respinti dalla famiglia d'appartenenza ed esclusi dalla scuola per carenza di strutture. Gli interventi di sviluppo che non considerino la disabilità rischiano di trascurare il 10-20% della popolazione interessata.

di Pietro Ferrero, psicologo e responsabile Settore Migranti e Rifugiati