Uganda

Negli ultimi due decenni  sono stati numerosi i progressi in campo politico, economico e sociale in Uganda, ma sono ancora numerosi  e gravi i fattori di instabilità del Paese.  L’Uganda è al 161° posto su 186 in termini di sviluppo umano, con un’aspettativa media di vita di 54,5 anni ed il 51,5% di persone è sotto la soglia di povertà. La crescita demografica è esponenziale, con un tasso di fertilità di 6 figli/donna.  Gli elevati tassi di mortalità materna (310/100.000), neonatale (63/1.000) ed infantile (99/1.000) testimoniano lo stato del sistema sanitario.

Il CCM opera nel nord Uganda, nel distretto di Gulu, dove si trova l’omonima città, secondo centro urbano del Paese, con circa 150.000 abitanti. Sul suo territorio sorgono un aeroporto, un'università e due ospedali: il St. Mary's Hospital Lacor (privato) e il Gulu Hospital (pubblico). Fondato nel 1959 dai Missionari Comboniani per la Diocesi di Gulu, l'Ospedale St. Mary's Lacor dopo il 1961 è stato gestito dai coniugi Corti, Piero e Lucille pediatra italiano lui e chirurgo canadese lei. Lucille e Piero hanno lavorato presso l'ospedale fino alla loro morte, avvenuta nel 1996 per Lucille, dopo aver contratto l'AIDS durante un'operazione, e nel 2003 per Piero. Dal 1994 due fondazioni fortemente volute dai coniugi, la "Fondazione Piero e Lucille Corti" in Italia e il "Teasdale Corti Foundation" in Canada, portano avanti il loro impegno per garantire un futuro al  St. Mary's Lacor Hospital, attraverso assistenza tecnica e supporto logistico.