Acqua pulita e salute primaria nella Contea di Isiolo

progetto-1.jpg

Nella contea rurale di Isiolo, nel centro del Kenya, vivono oltre 143mila persone dedite prevalentemente all’attività agricolo-pastorale. Per via delle scarse condizioni igieniche, le malattie generate dall’acqua non pulita - infezioni gastro-intestinali, dissenterie, malaria - sono tra le cause di mortalità più comuni per le fasce più vulnerabili della popolazione: neonati, bambini, donne in gravidanza. Il CCM, insieme all'Ong LVIA, ha affiancato le autorità locali nella realizzazione di un intervento teso da un lato ad aumentare l’accesso a fonti d’acqua pulita e a sensibilizzare la popolazione su comportamenti igienico-sanitari corretti, dall’altro a potenziare i servizi sanitari di base sul territorio, perché le malattie più  comuni possano essere riconosciute e trattate in tempo. L’azione si è concentrata sui distretti di Isiolo, Garbatulla e Merti, dove si trovano 15 tra centri di salute e dispensari che il CCM assiste attraverso la fornitura di medicinali e di piccoli equipaggiamenti e la formazione e supervisione del personale sanitario. La sensibilizzazione comunitaria su igiene e salute è avvenuta nei centri sanitari, nelle scuole, nei mercati e negli altri luoghi di aggregazione.

Circa 40.000 donne e bambini hanno usufruito di cure, vaccinazioni ed assistenza in gravidanza e durante il parto.   

Partner: Ufficio Sanitario della contea di Isiolo – Kenya
Finanziatore: MAE/DGCS - Ministero Affari Esteri/Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Ottoxmille Chiesa Cattolica (CEI - Comunità Episcopale Italiana), Rotary di Mondovì, Tavola Valdese.

 

Fotogallery